Oltre il ricorso (Il Porto mediceo dal tramonto all’alba)

La fine dell’anno non è stata semplice.

Erano in scadenza i termini posti dall’Autorità portuale per le osservazioni nel procedimento amministrativo impostato a ottobre.

A questo scopo, ci siamo strettamente coordinati con il Circolo Nautico di Livorno e gli altri circoli presenti nel Porto mediceo.

Sono state presentate delle osservazioni sostanzialmente unitarie in cui i diversi stakeholder hanno fatto valere il loro diritto a un mantenimento dello status quo che non vale come difesa di privilegi acquisiti ma piuttosto come difesa di una identità conquistata nel tempo.

Il nostro Club ha raccolto complessivamente 168 firme, che non sono poche.

Nello stesso tempo, abbiamo deciso di raccogliere un invito della Lega Navale e del suo Presidente ammiraglio Armando Leoni a presentare una istanza autonoma per il rilascio della concessione sul Porto mediceo.

Questa istanza è stata presentata congiuntamente dallo Yacht Club, dalla Lega Navale e dal Circolo Nautico di Livorno.

L’obiettivo è accompagnare l’iniziativa demolitoria intrapresa davanti al Tribunale Amministrativo, cui hanno fatto ricorso anche gli altri circoli del Porto mediceo, l’iniziativa partecipativa, manifestata con le osservazioni, con una iniziativa che sia il più possibile attiva.

In questo caso, ci siamo proposti, assieme agli altri due circoli, come possibili concessionari dell’intera area allo scopo di valorizzare l’identità del Porto mediceo come bene comune e di difenderne il valore anche storico.

I due punti qualificanti dell’istanza sono l’idea del Porto mediceo come approdo sicuro gestito extra commercium (tutti gli utili saranno reinvestiti nel Porto stesso e nelle sue strutture storiche) e la salvaguardia di tutte le presenze legittime del Porto.

Questa istanza, infatti, non deve essere letta come un’istanza in concorrenza o in opposizione, ma come una domanda inclusiva, aperta a tutti coloro che in questo momento stanno lottando per la sopravvivenza nel nostro approdo.

Trovate di seguito i documenti depositati il 31 dicembre all’Autorità portuale.

Per tutti noi, vale la speranza che dopo il lungo tramonto di questi anni, il Porto mediceo possa trovare una nuova alba.

OsservazioniDepositate ISTANZA CONC.YCL_CNL_LNI (30dic13)

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*