Yacht al Jazz: l’ultimo sforzo (1 agosto 2014, Kalman Olah Trio)

biograpy_img-2

E’ l’ultimo sforzo di un luglio veramente intenso dedicato a Sophistecated Lady.

L’ultimo sforzo che abbiamo cercato di costruire come l’estremo fuoco di artificio, il più bello di tutti, quello che sembra non finire mai perché deve essere ricordato per sempre.

Kalman Olah è considerato uno dei più grandi pianisti jazz del mondo. Si può dire che ha vinto il premio dedicato a Thelonius Monk. Si potrebbe aggiungere che ha suonato con Lee Konitz e Ravi Coltrane, oltre che con molti altri. Che ha studiato composizione e pianoforte al conservatorio Bela Bartok di Budapest e all’Accademia Franz Liszt.

Si potrebbero scrivere molte cose di lui, come altre ne potremmo scrivere su Piero Bossi che ha reso possibile come direttore artistico Yacht al Jazz e Marco Micheli, che ha suonato con Chet Baker e Enrico Rava.

Ma l’unica cosa davvero da scrivere è che è l’ultimo sforzo.

L’ultimo sforzo per riempire la nostra sede di musica e di persone prima di partire per le vacanze.

E nessuno sarà in alcun modo deluso.

Come sempre alle otto: cena; alle dieci: concerto.

Anche dress code e costo sono gli stessi. Cinque e venti euro (concerto e cena), per i soci; dieci e venticinque euro, i non soci.

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*